19. MaterialiIgnifughi

 

MATERIALI IGNIFUGHI A SCUOLA

 

 

Reazione al fuoco dei materiali

 

Per la classificazione di reazione ai fuoco dei materiali, si fa riferimento al decreto ministeriale 26 giugno 1984 (supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 234 del 25 agosto 1984).

In particolare la tipologia di MATERIALI IGNIFUGHI A SCUOLA deve essere:

 

a.      negli atri, nei corridoi, nei disimpegni, nelle scale, nelle rampe, nei passaggi in genere, Ŕ consentito l'impiego dei materiali in classe 1 in ragione del 50% massimo della loro superficie totale (pavimento + pareti + soffitto + proiezioni orizzontali delle scale). Per le restanti parti debbono essere impiegati materiali di classe O;

 

b.      in tutti gli altri ambienti Ŕ consentito che le pavimentazioni compresi i relativi rivestimenti siano di classe 2 e che gli altri materiali di rivestimento siano di classe 1, oppure di classe 2 se in presenza di impianti di spegnimento automatico asserviti ad impianti di rivelazione incendi. I rivestimenti lignei possono essere mantenuti in opera, tranne che nelle vie di esodo e nei laboratori, a condizione che vengano opportunamente trattati con prodotti vernicianti omologati di classe 1 di reazione al fuoco, secondo le modalitÓ e le indicazioni contenute nel decreto ministeriale 6 marzo 1992 (Gazzetta Ufficiale n. 66 del 1 9 marzo 1992);

 

c.      i materiali di rivestimento combustibili ammessi nelle varie classi di reazione al fuoco debbono essere posti in opera in aderenza agli elementi costruttivi, di classe 0, escludendo spazi vuoti o intercapedini;

 

d.      i materiali suscettibili di prendere fuoco su entrambe le facce (tendaggi, ecc.) devono essere di classe di reazione al fuoco non superiore a 1.